The playground

More information here

Sei segni di linguaggio del corpo nervoso

Ti sei mai seduto tra il pubblico e ti sei sentito a disagio mentre guardi l’altoparlante? Le probabilità sono, non è il contenuto che l’oratore sta condividendo; è il loro linguaggio del corpo – la loro postura e come si muovono. Quando un altoparlante è in movimento o in piedi in un modo che sembra […]

Ti sei mai seduto tra il pubblico e ti sei sentito a disagio mentre guardi l’altoparlante? Le probabilità sono, non è il contenuto che l’oratore sta condividendo; è il loro linguaggio del corpo – la loro postura e come si muovono.

Quando un altoparlante è in movimento o in piedi in un modo che sembra imbarazzante, che è un segno di linguaggio del corpo nervoso.

Congelamento

Se ti senti nervoso, il tuo corpo potrebbe irrigidirsi, facendoti apparire incollato al punto con un “cervo congelato nell’aspetto dei fari”.

Cosa puoi fare invece: Registra te stesso e fai attenzione alle parti della tua presentazione in cui sembri congelato: è all’inizio della tua presentazione mentre i nervi sono alti?

Ricordarsi di respirare e sorridere. Stare in piedi e lasciare che le spalle si allontanino dalle orecchie. Pianificare, preparare e praticare in modo che ti trovi bene con le parole e la consegna.

Fare un passo indietro

Quando ti manca la fiducia, o non sei impegnato con le parole che stai dicendo, puoi fare piccoli passi indietro mentre parli. Anche un leggero movimento è sufficiente a guardare come se si sta ritirando, e il vostro messaggio diventa meno credibile.

Cosa puoi fare invece: quando ti guardi in video, fai attenzione a qualsiasi passo indietro. Invece di fare un passo indietro, quando hai un punto importante da fare, puoi usare il movimento in avanti per aggiungere enfasi.

Dondolo

Se ti trovi con il peso su un piede, quindi trasferiscilo sull’altro e viceversa, potresti sembrare a disagio. Anche se vogliamo evitare di apparire rigidi, è ugualmente fonte di distrazione guardare un oratore che ondeggia costantemente.

Cosa puoi fare invece: esercitati a posizionarti con una base stabile e messa a terra come posizione neutra. Indossare scarpe comode e vestiti in modo che si può stare in piedi alto e in bilico.

Agitarsi

Questo può non essere molto rassicurante per il pubblico. Qualsiasi movimento ripetitivo come giocare con gioielli; facendo clic sulla parte superiore di una penna o jangling chiavi può è irrequieto e irritante per gli altri. Agire per eliminare questa cattiva abitudine migliorerà la tua consegna.

Cosa puoi fare invece: evitare di avere qualcosa di inutile sulla tua persona è una tentazione di giocherellare. Cerca di avere le mani morbide e rilassate lungo i fianchi e sollevale a gesti quando sembra naturale farlo.

Stimolazione

Se hai molta energia, puoi camminare da un lato all’altro. Mentre è una buona cosa avere qualche movimento intenzionale quando parli, evita il ritmo casuale.

Cosa fare invece: Pratica rimanendo abbastanza fermo e in bilico, in piedi alto ed equilibrato. Se senti il bisogno di camminare, fai qualche respiro profondo, ancora i tuoi pensieri e prova a resistere. Come si inizia ad abbracciare parlare e costruire la vostra fiducia, questo tratto scomparirà.

Schermo guardando

Un segno rivelatore finale del linguaggio del corpo nervoso è spesso guardando indietro a uno schermo. Se non sei a tuo agio, puoi guardare dietro di te come un modo per evitare tutti gli occhi su di te o per leggere dalla tua diapositiva. Il vostro schermo non sta andando da nessuna parte!

Cosa puoi fare invece: prova la tua presentazione senza uno schermo. Alcuni dei migliori altoparlanti o non utilizzare PowerPoint o usarlo con parsimonia. Impostare la vostra attrezzatura in modo da poter vedere senza guardare indietro. Praticare il contatto visivo con i membri del pubblico in modo da essere in grado di interagire con le persone.

Con la pratica, puoi eliminare queste mosse nervose del linguaggio del corpo in modo da poter parlare con sicurezza di fronte agli altri.

Lisa Evans, direttore e narratore, Parlando annunci

Clicca per condividere:
  • linkedin
  • twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.