The playground

More information here

Nicholas Appert, l’eroe delle conserve

Uno dei più grandi geni militari della storia, Napoleone Bonaparte, disse che gli eserciti marciavano a pancia in giù. Il cibo è essenziale per mantenere il morale e l’idoneità delle truppe. Gli eserciti avevano bisogno di mantenere il loro cibo in buone condizioni durante i lunghi periodi delle campagne di guerra. Tutto ciò portò Napoleone […]

Uno dei più grandi geni militari della storia, Napoleone Bonaparte, disse che gli eserciti marciavano a pancia in giù. Il cibo è essenziale per mantenere il morale e l’idoneità delle truppe. Gli eserciti avevano bisogno di mantenere il loro cibo in buone condizioni durante i lunghi periodi delle campagne di guerra. Tutto ciò portò Napoleone ad offrire un premio di 12.000 franchi a chiunque avesse scoperto una procedura per la conservazione degli alimenti. Questo esborso lo ha portato a incontrare il famoso Nicholas Appert.

Gli eserciti di Napoleone erano inarrestabili, i suoi eserciti avanzavano in modo schiacciante in tutta Europa. Francia affrontato prussiani, austriaci, russi, inglesi e spagnoli, tra gli altri. Le truppe napoleoniche non cessarono di raccogliere vittorie sui campi di battaglia, come se i soldati francesi fossero invincibili. Ma i francesi avevano un punto debole: il cibo.

La dieta del soldato francese al tempo delle guerre napoleoniche era basata principalmente su carne cotta e pane. Il problema è che i soldati soffrivano di scorbuto e il cibo non era tenuto in buone condizioni oltre tre o quattro giorni.

Napoleone era consapevole di questo problema e sapeva che aveva bisogno delle sue truppe ben nutrite per combattere in modo efficiente quando la battaglia arrivò. Gli eserciti francesi trascorrevano lunghi periodi fuori dalla loro patria, quindi fornire ai soldati buon cibo non era un compito facile.

Bene, i francesi si sono messi al lavoro alla ricerca di una soluzione. La risposta a tale mal di testa è venuta dalla mano del pasticcere Nicolas Appert, che dal 1804 aveva sperimentato sistemi di conservazione degli alimenti. Questo famoso protagonista della storia ha scoperto un metodo chiamato apertización, o quello che è lo stesso, ha inventato la lattina di conserve.

Nicolas Appert ha usato bottiglie di vetro a bocca larga per introdurre il cibo, che ha poi parzialmente immerso in vasi di acqua bollente. Quindi Appert ha studiato attentamente il tempo necessario per ogni cibo. Affinché il processo procedesse correttamente, erano essenziali un’igiene impeccabile e una tenuta ermetica dei contenitori. Appert aveva raggiunto ciò che gli scienziati chiamano sterilizzazione a calore. Tuttavia, Appert non ha potuto spiegare come il suo metodo sia riuscito a mantenere il cibo in buone condizioni nel tempo.

Fu il noto Louis Pasteur che riuscì a far luce su questo fenomeno, dimostrando che il calore disattivava i microrganismi che deterioravano il cibo. Ora, questo è successo 54 anni dopo la scoperta della cosiddetta apertizzazione.

La tecnica che Appert aveva sviluppato non passò inosservata, e finì per attirare l’attenzione di Napoleone stesso. Precisamente, i francesi iniziarono ad impiegare le tecniche di Appert per fornire cibo alle navi della Marina.

Riconoscendo il successo di Appert, Napoleone gli consegnò un premio in denaro di 12.000 franchi. Appert non perse tempo e si mise al lavoro e aprì la prima fabbrica di conserve nella storia.

Nicholas Appert continuò a indagare, poiché non smise di sperimentare per cercare di offrire soluzioni innovative alle truppe di Napoleone. La sua ricerca lo ha portato a scoprire il cubo di bouillon. Per fare questo, ha rimosso l’acqua dal brodo, lasciando una pasta a cui se l’acqua è stata aggiunta di nuovo, è stato ottenuto un brodo molto simile a quello iniziale.

Il successo degli esperimenti di Appert ha contribuito a migliorare significativamente l’alimentazione dei soldati francesi. Da parte sua, Napoleone fu stupito dalle scoperte di Appert.

Un altro esperimento di Appert lo avrebbe portato a scoprire il latte condensato. Nicolas Appert ha inventato il concentrato di latte, che ha fornito una grande quantità di sostanze nutritive e ha permesso una conservazione semplice e duratura.

Grazie ai cibi in scatola, in particolare alla frutta, la marina di Napoleone poteva evitare il tanto temuto scorbuto, una patologia causata dalla carenza di vitamina C.Napoleone non solo aveva sconfitto grandi eserciti dotati di artiglieria, cavalleria e fanteria, ma era riuscito a sconfiggere i batteri che danneggiavano il cibo di cui i suoi soldati avevano così tanto bisogno.

Da parte sua, Nicolas Appert è diventato un eroe per i francesi e ha ricevuto la medaglia d’oro della Société d’encouragement pour l’Industrie Nationale. Le loro scoperte avevano permesso ai civili e ai militari l’accesso a un nuovo tipo di cibo.

Ora il declino di Napoleone iniziò nella campagna di Russia. Non tutto sarebbe stato facile vittorie per le truppe francesi. L’invasione francese della Russia, iniziata nel 1812, portò infinite difficoltà logistiche ai soldati napoleonici. La Russia era un paese di vaste distese e l’inverno gelido ha devastato le forze francesi. Le bottiglie utilizzate da Appert non erano adatte per essere impilate e si rompevano facilmente, quindi questi contenitori di vetro arrivavano rotti in avanti e, di conseguenza, il cibo arrivava in cattive condizioni.

La guerra non fu combattuta solo sui campi di battaglia, ma nella retroguardia, i metodi di Appert attirarono l’attenzione. I rivali di Appert hanno trovato modi per migliorare la sua tecnica e trovare imballaggi più forti. Un inglese di nome Durant ha chiesto a Re Giorgio un brevetto per la conservazione degli alimenti due mesi dopo che Appert ha pubblicato il suo libro “The book of all homes or The art of preserving, for several years, all animal and vegetable substances”” È divertente che Durant non abbia fatto lattine. Quello che ha fatto Durant è stato vendere il brevetto a John Hall e Brian Donkin. Questi due inglesi possedevano una fonderia che usavano per produrre lattine di ferro ricoperte di stagno. In questo modo avevano contenitori molto più forti delle fragili bottiglie di vetro usate dai francesi.

Il buon vecchio Appert non brevettò le sue invenzioni. Appert era un uomo che credeva che il benessere comune fosse al di sopra dei suoi interessi personali. Per sfortuna di Appert, finì la sua vita rovinata e morì nel 1841, quando aveva 92 anni. Un finale ingiusto per un uomo i cui esperimenti erano fondamentali per l’Umanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.