The playground

More information here

LA GUERRA DEL 1812: CHATHAM-KENT

LA BATTAGLIA DEL TAMIGI La mattina del 15 ottobre, 1813 era fredda e piovosa, come ogni giorno, era stato dal momento che gli Inglesi avevano iniziato il loro ritiro. Gli inglesi erano accampati nella fattoria di Lemuel Sherman e i guerrieri nativi erano a sud del fiume a Arnold Mill poche miglia a valle. Le […]

LA BATTAGLIA DEL TAMIGI

La mattina del 15 ottobre, 1813 era fredda e piovosa, come ogni giorno, era stato dal momento che gli Inglesi avevano iniziato il loro ritiro. Gli inglesi erano accampati nella fattoria di Lemuel Sherman e i guerrieri nativi erano a sud del fiume a Arnold Mill poche miglia a valle.
Le truppe britanniche non avevano avuto nulla da mangiare il giorno prima della battaglia o il giorno della battaglia ed erano di cattivo umore. Le truppe britanniche furono costrette a marciare la distanza di 4 1/2 miglia a Fairfield (Moraviantown) per prendere posizione contro gli americani.
Le truppe non ce l’hanno fatta a Fairfield, come Procter li aveva incontrati un paio di miglia a valle. Era stato convinto dai rapporti di intelligence che gli americani erano su di loro e ha formato le truppe per la battaglia. La sua forza contava circa 500 regolari britannici e 500 guerrieri sotto il capo Tecumseh.
Il campo di battaglia aveva vantaggi per la difesa. Il Tamigi sorvegliava il fianco sinistro del campo e la terra era costellata e la strada principale per Burlington era sulla sinistra. Una grande e densa palude proteggeva il lato destro del sito scelto mentre una piccola palude sedeva nel mezzo. Gli inglesi occuparono l’area dal fiume alla piccola palude e i guerrieri di Tecumseh dalla piccola palude a quella grande.
Gli inglesi si sedettero in agguato per quasi tre ore al freddo e alla pioggia prima che apparissero gli americani. Le truppe americane avvistarono gli inglesi e Harrison formò tre brigate del suo esercito in tre linee e le marciò direttamente attraverso la piccola palude nel mezzo del campo di battaglia. Le due brigate rimanenti dell’esercito di Harrison furono affrontate verso il grande scambio per proteggere il loro fianco sinistro dai guerrieri di Tecumseh. I pochi regolari sono stati posti a destra della strada e dettagliato di cogliere l’uno sei libbre che Procter aveva posto sulla strada, e il reggimento a cavallo è stato posto di fronte alla fanteria.
Gli uomini di Procter spararono un solo colpo prima che la maggior parte dei suoi uomini rompesse i ranghi e fuggisse dalla battaglia. Procter fece uno sforzo timido per radunarli, ma presto si ritirò verso Burlington stesso.
I guerrieri e Tecumseh sono stati lasciati bloccati per difendere se stessi e la loro causa da solo. La brigata a cavallo del colonnello Mentor Johnson caricò i guerrieri sulla sinistra. I guerrieri furono in grado di controllare i loro progressi e inflissero molte vittime, ma furono costretti a cedere gradualmente. Furono lasciati con pochi numeri e avevano un fianco sinistro appena esposto a causa della ritirata dei regolari britannici. Circa 45 minuti dopo l’inizio della battaglia Tecumseh cadde; i guerrieri persero il cuore e si ritirarono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.