The playground

More information here

La fredda verità sul controllo del termostato

Poche persone considererebbero l’ideale indossare una giacca a letto. Lasciare una finestra aperta anche nelle notti più fredde non sembra accogliente. Ma gli abitanti degli appartamenti faranno cose non convenzionali per creare temperature confortevoli per se stessi. I grattacieli più vecchi hanno maggiori probabilità di avere problemi di riscaldamento o raffreddamento a causa dei sistemi […]

Poche persone considererebbero l’ideale indossare una giacca a letto. Lasciare una finestra aperta anche nelle notti più fredde non sembra accogliente. Ma gli abitanti degli appartamenti faranno cose non convenzionali per creare temperature confortevoli per se stessi.

I grattacieli più vecchi hanno maggiori probabilità di avere problemi di riscaldamento o raffreddamento a causa dei sistemi più vecchi, ma anche i moderni grattacieli e gli appartamenti in stile giardino hanno le loro discrepanze di temperatura. Nei complessi in cui ci sono controlli di temperatura centrali che possono essere modificati solo da un padrone di casa, o dove la temperatura controllata individualmente non è uniforme attraverso gli appartamenti a causa della progettazione strutturale, i residenti spesso si trovano a soffrire di una sudorazione stagionale o di un disturbo da brividi.

Yolanda Anderson, che dorme in una giacca di velluto rosso per evitare che il calore del suo corpo sfugga di notte, è abituata a tremare nella camera da letto sul retro del suo appartamento Landover. Un addetto alla manutenzione dell’edificio le ha detto che ci vuole un po ‘ perché il calore circoli nella camera da letto sul retro quando le prese d’aria del soggiorno sono aperte.

Per porre rimedio alla situazione, Anderson ha iniziato a chiudere le tre prese d’aria soggiorno di notte, ma non ha funzionato bene. “Inutile dire che dormo ancora nella mia piccola giacca rossa di velluto e non per abitudine”, ha detto. “Normalmente, trovo un posto comodo nel letto che trasmette il calore del mio corpo sulle lenzuola. In questo modo sono sicuro di stare al caldo fino a quando non c’è bisogno di una pausa bagno.”

Dormire in più strati di abbigliamento non è niente fuori dall’ordinario per Matthew Tollefsen, residente da lungo tempo a Washington, che ricorda distintamente le fredde notti invernali nel suo vecchio appartamento Logan Circle. “Ho avuto così freddo che ho dovuto dormire in tutti i tipi di vestiti”, ha detto. “Lo faceva perché non c’era nulla che potessi fare al riguardo. Il padrone di casa è stato permesso di abbassare il calore durante la notte.”

Ora, però, Tollefsen ha il problema opposto, quindi lascia la sua finestra della camera da letto Dupont Circle aperta durante la notte.

Gli inquilini hanno poco potere nelle decisioni che i loro proprietari prendono sul controllo della temperatura. I proprietari devono seguire gli standard minimi di base per il riscaldamento stabiliti dai codici di costruzione locali per l’abitabilità. Le disposizioni prevedono generalmente la temperatura alla quale il padrone di casa deve impostare il termostato a seconda dell’ora del giorno e della temperatura esterna. Alcuni comuni fissano una scadenza di metà ottobre per accendere il calore. Regole simili si applicano all’aria condizionata negli edifici che ce l’hanno, e il tempo per attivare il sistema di raffreddamento è generalmente a metà maggio.

Alcuni luoghi, come Alessandria, specificano che entro il 15 maggio l’aria condizionata deve essere fornita, ha detto Greg Kendall, un direttore meccanico per la società appartamento Archstone-Smith. Altre giurisdizioni stabiliscono temperature minime per determinate ore del giorno. Kendall monitora le previsioni a lungo raggio in autunno e in inverno, guardando per la neve nel mese di aprile o 80 gradi giorni nel mese di novembre, per aiutare la gestione a decidere quando accendere il calore o l’aria condizionata. Poiché il tempo spesso impone quando usare il riscaldamento e l’aria condizionata, i sorveglianti degli edifici dicono di usare i codici legali per lo più come linee guida generali.

” Alcuni proprietari di edifici o gestori sono influenzati dal prezzo del combustibile per riscaldamento, quanti soldi sono rimasti nel bilancio, quando l’Almanacco del contadino dice che il primo congelamento dovrebbe essere. Non c’è un modo giusto o sbagliato, ma la domanda su come determinano quando accendono il calore o l’aria condizionata è una domanda che un potenziale residente deve chiedere”, ha detto Susan Weston, direttore dell’istruzione per la National Apartment Association di Arlington.

Kendall ha detto che cerca di ridurre al minimo i problemi dei singoli residenti con la temperatura mantenendo la maggior parte confortevole, che dice può essere difficile. “Lo stesso giorno le persone ti dicono che stanno congelando, hai persone che bruciano. C’è il problema”, ha detto Kendall, che mira a mantenere la temperatura tra 72 e 76 gradi negli edifici 17 che supervisiona.

Anche se a volte è impossibile evitare di passare dall’aria calda a quella fredda quando ci sono temperature fuori stagione, Kendall ha detto che cerca di aspettare fino all’ultima volta possibile per accendere l’interruttore per evitare di stressare il sistema. Passare immediatamente dal calore all’aria condizionata potrebbe causare danni a lungo termine a un sistema di caldaie, un metodo comune di alimentazione e raffreddamento centrale. Il sistema utilizza acqua refrigerata o riscaldata, che ha bisogno di tempo per tornare alla temperatura dell’aria prima di eseguire la funzione opposta.

“Non è un processo facile”, ha affermato Steve Halsted, vice presidente assistente di ingegneria meccanica per Consolidated Engineering Services, una società di Arlington che fornisce consulenza ingegneristica e operativa agli appartamenti. “Una volta che passiamo all’aria condizionata, dobbiamo decidere se è a beneficio dei residenti tornare indietro. Che tu stia usando gas naturale, olio combustibile o elettricità, stai cercando i cinque giorni in autunno e in primavera che puoi ottenere senza fornire calore o aria condizionata. Che salva i sistemi.”

Di solito è un’impresa e una spesa importanti rinnovare i sistemi di riscaldamento e raffreddamento, specialmente negli edifici più vecchi. Per aggiornare i sistemi, i proprietari devono affrontare problemi di isolamento, amianto, piombo e vecchie finestre. A volte i proprietari scelgono invece di compensare sistemi decrepiti, finestre scadenti o persino il deterioramento dell’isolamento di pareti o tubi-anche se su pochi piani di un appartamento a molti piani o in giardino-pompando grandi quantità di aria riscaldata attraverso l’intero edificio.

” È possibile aggiungere componenti ai sistemi di riscaldamento, ma non miglioreranno materialmente le prestazioni. Le persone di solito imparano a vivere con loro quando scoprono quanto costerà modernizzare il sistema”, ha detto Halsted.

“In alcuni di questi vecchi edifici, le aspettative per il comfort non erano così alte come lo sono oggi”, ha detto. “Quando i sistemi sono stati originariamente inseriti, il fatto che la temperatura fosse di 75 gradi più o meno 10 gradi andava bene perché le persone avevano calore e questo era accettabile. Ora la gente vuole sentirsi a proprio agio entro un grado, ma non c’è molto che puoi fare quando i luoghi costruiti negli anni ’20 e ’30 hanno radiatori, che spesso hanno calore a vapore, che ha scarse caratteristiche di controllo.”

Oltre ad abituarsi alla temperatura, ci sono aggiustamenti che i residenti possono fare in modo che il clima della loro unità sia più gradevole. Chiudere le prese d’aria in altre stanze per far circolare l’aria più rapidamente in una camera da letto, o chiudere le valvole del radiatore per aiutare a tenere fuori il vapore caldo, sono potenziali soluzioni. Gli ingegneri di costruzione possono offrire altri suggerimenti basati sulla struttura dell’edificio e sui sistemi di riscaldamento e raffreddamento.

Poiché le finestre rappresentano una grande percentuale di perdita di calore, specialmente negli edifici più vecchi che hanno finestre a vetri singoli, la scelta di un appartamento esposto a sud consentirebbe di entrare più luce e calore. Le finestre esposte a nord offrono una luce costante, ma un’esposizione a freddo. Gli inquilini possono anche aprire e chiudere tende, tonalità o tende per mantenere il calore in eccesso dentro o fuori.

A meno che dormire con una finestra aperta in condizioni meteorologiche a 30 gradi o indossare ripetutamente biancheria intima lunga, maglioni multipli, calze di lana o persino una giacca di velluto a letto suoni attraenti, vale la pena sapere quando la gestione in genere accende il riscaldamento e il raffreddamento prima di entrare. I potenziali inquilini dovrebbero anche capire cosa possono e non possono fare i sistemi di riscaldamento e i residenti di controllo hanno su di loro.

“Le persone che hanno esperienza di fegati alti sanno cosa cercare”, ha detto Weston. “Prendono un po’ di controllo per rendere la condivisione di vivere in un ambiente comune un po ‘ più confortevole.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.