The playground

More information here

Fornitore Apple accusato di sfruttare il lavoro forzato uiguro

Sentiamo molto parlare di “calcoli” in questi giorni. Ma sicuramente qualcosa deve essere fatto per le atroci violazioni dei diritti umani in Cina che sembrano includere il lavoro schiavo/forzato a beneficio di aziende americane come Apple. Abbiamo sentito queste storie prima, e ora un altro rapporto è fuori dal progetto Tech Transparency. Dalla storia del […]

Sentiamo molto parlare di “calcoli” in questi giorni. Ma sicuramente qualcosa deve essere fatto per le atroci violazioni dei diritti umani in Cina che sembrano includere il lavoro schiavo/forzato a beneficio di aziende americane come Apple.

Abbiamo sentito queste storie prima, e ora un altro rapporto è fuori dal progetto Tech Transparency. Dalla storia del Washington Post:

Uno dei più antichi e noti fornitori di iPhone è stato accusato di usare il lavoro musulmano forzato nelle sue fabbriche, secondo i documenti scoperti da un gruppo per i diritti umani, aggiungendo un nuovo controllo al record di diritti umani di Apple in Cina.

I documenti, scoperti dal Tech Transparency Project e condivisi in esclusiva con il Washington Post, descrivono in dettaglio come migliaia di lavoratori uiguri della regione a maggioranza musulmana dello Xinjiang sono stati inviati a lavorare per la tecnologia delle lenti. Lens fornisce anche Amazon e Tesla, secondo il suo rapporto annuale.

Apple afferma di aver confermato che non sta accadendo nulla del genere. Come e in che misura? Chiamando il Presidente Xi?

La legislazione è passata alla Camera ed è in attesa al Senato per affrontare in generale le violazioni dei diritti umani della Cina-di cui ho scritto qui — e l’apparente complicità delle aziende americane. Ma la grande tecnologia sta riversando i lobbisti nella breccia:

Apple, tra le altre aziende, ha inviato i lobbisti a Capitol Hill nel tentativo di annacquare la legislazione che avrebbe tenuto gli Stati Uniti. le aziende responsabili per l’utilizzo di lavoro forzato dalla regione. Paul ha detto che il presunto uso del lavoro forzato nella catena di fornitura di Apple ” potrebbe spiegare perché la società sta facendo pressioni contro un disegno di legge ora davanti al Congresso che sanzionerebbe le aziende per il loro coinvolgimento in violazioni dei diritti umani in Cina.”

Ho scritto prima che il settore privato ha più potere di migliorare questi crimini rispetto ai governi. Francamente, l’industria dovrebbe tirare fuori della Cina del tutto. Dopo tutto, le aziende inveivano contro le “bollette del bagno” che richiedevano alle persone di utilizzare le strutture pubbliche del loro sesso biologico e minacciavano boicottaggi e simili. Dobbiamo credere che non si preoccupino dei veri crimini dei diritti umani in Cina, come la raccolta di organi del Falun Gong prigioniero politico a scopo di lucro?

Se le aziende tirato su pali, sarebbe inviare un inferno di un messaggio che la schiavitù è il male e non sarà tollerato, anche in nome di massimizzare Silicon Valley e profitti NBA. Ahimè, non sto trattenendo il respiro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.