The playground

More information here

Confessione di Augusta

La Confessione di Augusta (nota in latino come Confessio Augustana), è la confessione di fede primaria utilizzata nella Chiesa luterana e uno dei documenti più importanti della Riforma protestante. E ‘ stato scritto in tedesco e latino, e fu presentato da un certo numero di governanti tedeschi al Sacro Romano Imperatore Carlo V alla Dieta […]

La Confessione di Augusta (nota in latino come Confessio Augustana), è la confessione di fede primaria utilizzata nella Chiesa luterana e uno dei documenti più importanti della Riforma protestante. E ‘ stato scritto in tedesco e latino, e fu presentato da un certo numero di governanti tedeschi al Sacro Romano Imperatore Carlo V alla Dieta di Augusta il 25 giugno 1530. Carlo V aveva invitato i Principi e i Territori liberi in Germania a spiegare le loro convinzioni religiose nel tentativo di ripristinare l’unità religiosa e politica nel Sacro Romano Impero e di radunare il sostegno contro l’invasione turca.

La Confessione di Augusta fornisce una succinta dichiarazione di 28 articoli di fede nella Chiesa luterana ed è il quarto documento contenuto nel Libro luterano della Concordia. Il documento enumera diversi presunti abusi nella Chiesa cattolica romana al momento (dal punto di vista luterano) e fa argomenti per la loro rettifica.

Origine della confessione

Il 21 gennaio 1530, l’imperatore Carlo V emise lettere da Bologna, invitando la dieta tedesca a riunirsi ad Augusta allo scopo di discutere e decidere varie questioni importanti. Anche se l’atto di invito è stato espresso in un linguaggio molto pacifico, è stato accolto con sospetto da alcuni degli evangelici. (Il lungimirante Landgrave d’Assia esitò a partecipare alla dieta.) Tuttavia, Martin Lutero, Justus Jonas, Johannes Bugenhagen, e Philipp Melantone incontrato a Torgau, e formulato una sintesi della fede luterana da presentare davanti all’imperatore alla dieta. Essi collettivamente prodotto il “Torgau Articoli” (marzo 1530), che sono stati successivamente sviluppati in un “apologia” di Melantone, con la consultazione degli altri. Il 23 giugno, la forma finale del testo fu adottata alla presenza dell’elettore Giovanni di Sassonia, del Landgravio Filippo d’Assia, del Margravio Giorgio di Brandeburgo, dei duchi Ernesto e Francesco di Luneburgo, dei rappresentanti di Norimberga e Reutlingen e di altri consiglieri, oltre a dodici teologi.

Dieta di Augusta

La Confessione di Augusta fu letta prima della Dieta di Augusta il 25 giugno 1530. Imperatore Carlo V aveva ordinato la confessione da presentare a lui, ma i principi evangelici ha chiesto che sia letto in pubblico. Quando la loro richiesta fu rifiutata, i principi evangelici dichiararono che non avrebbero consegnato la confessione fino a quando non fosse stata permessa la sua lettura pubblica. L’imperatore accettò con riluttanza e la data del 25 giugno fu selezionata per la sua presentazione. Tuttavia, al fine di escludere le messe, la piccola cappella del palazzo episcopale fu nominata per la lettura, al posto dell’ampio municipio, dove si svolgevano le riunioni della dieta. I due cancellieri sassoni Bruck e Beyer, uno con la copia latina, l’altro con il tedesco, entrarono nel mezzo dell’assemblea, e contro il desiderio dell’imperatore, il testo tedesco fu letto. La lettura durò due ore e presumibilmente era così distinta che ogni parola poteva essere ascoltata fuori dalla cappella. Dopo la lettura, le due copie furono consegnate alle autorità imperiali. Si dice che la copia tedesca fu data all’elettore di Magonza (cancelliere imperiale), mentre la copia latina fu data all’imperatore stesso. Tuttavia, nessuna delle copie sono ora esistenti.

Revisioni successive

La prima pubblicazione ufficiale (Editio princeps) dell’Apologia della Confessione di Augusta apparve nel 1531, sotto la direzione di Philipp Melanchthon, professore all’Università di Wittenberg e amico intimo di Martin Lutero.

Nel 1540, Melantone produsse un’edizione riveduta, la Confessione di Augusta Variata, che fu firmata da Giovanni Calvino. Molte chiese luterane specificano nei loro documenti ufficiali che sottoscrivono la “Confessione di Augusta inalterata”, in contrasto con la Variata.

Contenuto della Confessione di Augusta

La Confessione di Augusta consiste di 28 articoli di fede luterana. I primi ventuno articoli delineano importanti insegnamenti nel luteranesimo. Gli ultimi sette articoli identificano presunti abusi nella Chiesa cattolica romana.

Un riassunto della Confessione segue di seguito:

Prefazione

La prefazione contiene un appello per l’unità dei cristiani alla luce della minaccia turca, e afferma che i luterani “non trascurano nulla che possa servire alla causa dell’unità dei cristiani.”

Articoli di fede

I. Riguardo a Dio – una breve spiegazione della Trinità, che non era un punto di controversia. Tuttavia, vari oppositori hanno affermato che Lutero non ha accettato tale dottrina, quindi la sua inclusione è comprensibile.

II. Riguardo al peccato originale – una breve spiegazione del Peccato originale, che non era nemmeno un punto di controversia.

III. Riguardo al Figlio di Dio—una breve spiegazione standard della duplice natura di Gesù. Non un punto di polemica.

IV. Riguardo alla giustificazione-la dottrina della giustificazione per fede. Questa era la differenza principale tra luterani e cattolici romani al momento. Questo articolo fa appello alla lettera di Paolo ai Romani.

V. Per quanto riguarda l’ufficio di predicazione—una breve dichiarazione sulla predicazione. Non è un punto di controversia, anche se gli Anabattisti sono condannati per aver insegnato che lo Spirito Santo non viene agli esseri umani senza i loro ” preparativi e opere.”

VI. Riguardo alla nuova obbedienza-una dichiarazione che dice che le opere sono buone, ma non hanno alcun merito davanti a Dio. Questo è contrario alla dottrina cattolica romana della giustificazione.

VII. Per quanto riguarda la Chiesa-una dichiarazione sulla fede in una Chiesa cristiana. Non un punto di polemica.

VIII. Che cos’è la Chiesa?- una dichiarazione sull’accettazione di tutti i credenti nella suddetta chiesa.

IX. Per quanto riguarda il Battesimo-una dichiarazione sulla fede nel battesimo dei bambini e una condanna degli Anabattisti per predicare altrimenti. Non un punto di controversia per la dieta.

X. Riguardo alla Cena del Signore—una dichiarazione sulla visione luterana della presenza reale nell’Eucaristia. Tutti gli altri punti di vista sono condannati.

XI. Per quanto riguarda la confessione-una dichiarazione a sostegno della pratica della confessione, sebbene si affermi che non tutti i peccati sono in grado di essere confessati.

XII. Riguardo al pentimento-una dichiarazione sulla convinzione che il pentimento è provare dolore per i propri peccati. Non è più considerato come sacramentale. Gli anabattisti che insegnano che essere battezzati significa essere liberi dal peccato sono condannati.

XIII. Per quanto riguarda l’uso dei Sacramenti—una dichiarazione standard sull’uso dei sacramenti, che non era un punto di controversia. Coloro che dicono che uno è giustificato dall’uso dei sacramenti sono condannati.

XIV. Riguardo al governo della Chiesa-una dichiarazione standard sulla convinzione che si debba essere chiamati ad essere un ministro. Non un punto di polemica.

XV. Riguardo ai regolamenti della Chiesa – una dichiarazione su come le feste non comandate nella Bibbia non avranno alcuna incidenza sulla giustificazione e sono contrarie al Vangelo.

XVI. Per quanto riguarda l’ordine pubblico e il governo secolare—una dichiarazione a sostegno del governo secolare. Anabattisti sono condannati per l’insegnamento altrimenti, insieme con una condanna di coloro che fanno il bene per paura del governo e non Dio. Non un punto di polemica.

XVII. Per quanto riguarda il ritorno di Cristo al giudizio—una dichiarazione standard sulla Fine dei giorni, che stabilisce che Gesù giudicherà i vivi e i morti, gli eletti andranno in paradiso e gli “empi” andranno all’Inferno. Condannati sono l’universalismo e la convinzione che gli eletti avranno un governo laico. Non un punto di polemica.

XVIII. Per quanto riguarda il Libero Arbitrio—una dichiarazione sulla credenza nell’inclinazione dell’uomo al peccato e sulla necessità di un aiuto esterno dello Spirito Santo per piacere a Dio. Coloro che insegnano che l’uomo può osservare i comandamenti senza lo Spirito Santo sono condannati. Questa è solo una controversia nella misura in cui gli scolastici che hanno insegnato che l’uomo ha qualche voce in capitolo se lui / lei può piacere a Dio.

XIX. Per quanto riguarda la causa del peccato-una dichiarazione sull’inclinazione delle persone malvagie e “empie” al peccato. Questo non era un punto di controversia.

XX. Riguardo alla fede e alle buone opere-una dichiarazione sul fatto che le buone opere sono buone, ma non aiutano nella salvezza e stanno davanti a Dio. Questo è seguito da una spiegazione e difesa della dottrina della Giustificazione per fede.

XXI. Riguardo al culto dei Santi-una dichiarazione sulla natura dei santi: Utile per assistere nella propria fede personale, ma di nessun uso metafisico postmortem.

Articoli contestati, elencando gli abusi che sono stati corretti

Queste sezioni affrontano alcuni dei presunti torti e abusi della Chiesa cattolica romana e forniscono argomenti per le riforme necessarie.

XXII. Riguardo a entrambi i tipi di Sacramento-una dichiarazione che spiega i motivi scritturali e storici per la distribuzione di entrambi gli elementi dell’Eucaristia ai laici, ai quali era stato permesso solo di ricevere il pane.

XXVIII. Per quanto riguarda il matrimonio dei sacerdoti – un lungo argomento che non vi è base scritturale per permettere ai sacerdoti di sposarsi.

XXIV. Per quanto riguarda la Massa-un altro lungo argomento, questa volta sulla natura della massa. Si sostiene che tutti i peccati furono rimproverati dalla “soddisfazione” della morte di Gesù. I cattolici romani sostenevano che la morte di Gesù rimproverava solo il Peccato originale e che altri erano rimproverati dalla Messa.

XXV. Per quanto riguarda la confessione-reiterazione del punto di vista che l’assoluzione privata non è migliore di assoluzione generale. Mentre la Chiesa evangelica praticava ancora l’assoluzione privata, si sosteneva che era Cristo, non il pastore, a perdonare i peccati.

XXVI. Per quanto riguarda la distinzione tra gli alimenti—una dichiarazione che dichiara che il digiuno in programma, cerimonie, etc. non erano necessari sotto Giustificazione per fede.

XXVII. Per quanto riguarda i voti monastici—viene fatta una dichiarazione che il monachesimo era una volta uno stile di vita desiderabile (cioè volontario), ma da allora era stato corrotto. Anche i voti dei monaci sono respinti.

XXVIII. Per quanto riguarda il potere dei Vescovi – una lunga dichiarazione che chiede la separazione del potere politico e teologico.

  • Grane, Leif e John H. Rasmussen. La confessione di Augsburg: un commento. Augsburg Fortress Publishers, 1987. ISBN 978-0806622521
  • Maurer, Wilhelm. Commento storico sulla Confessione di Augusta. Fortress Pr, 1986. ISBN 978-0800607814
  • Melantone, Filippo. La confessione di Augsburg. Concordia Pub House, 2006. ISBN 978-0758609939
  • Schaff-Herzog Encyclopedia of Religious Knowledge. 1914.

Tutti i link recuperati 26 aprile 2016.

  • La Confessione di Augsburg Il libro della Concordia
  • La Confessione di Augsburg AD 1530 Christian Classics Ethereal Library

Credits

New World Encyclopedia scrittori e redattori riscrissero e completarono l’articolo di Wikipedia in conformità con gli standard dell’Enciclopedia del Nuovo Mondo. Questo articolo si attiene ai termini della licenza Creative Commons CC-by-sa 3.0 (CC-by-sa), che può essere utilizzata e diffusa con una corretta attribuzione. Il credito è dovuto secondo i termini di questa licenza che può fare riferimento sia ai contributori dell’Enciclopedia del Nuovo Mondo che ai contributori volontari disinteressati della Wikimedia Foundation. Per citare questo articolo clicca qui per un elenco di formati di citazione accettabili.La cronologia dei precedenti contributi dei wikipediani è accessibile ai ricercatori qui:

  • la Confessione di Augsburg storia

La storia di questo articolo, poiché è stato importato a New World Encyclopedia:

  • Storia della “Confessione di Augusta”

Nota: Alcune restrizioni possono essere applicate per l’utilizzo di singole immagini, che sono concesso in licenza separatamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.