The playground

More information here

Anassagora

Anassagora ?n??ks?g?r?s, c. 500?428 AC, filosofo greco di Clazomenae. Egli è accreditato di aver trasferito la sede della filosofia ad Atene. Egli è stato strettamente associato con molti famosi ateniesi e si pensa che sia stato l’insegnante di Socrate. La sua convinzione che il sole fosse una pietra incandescente e che la luna fosse fatta […]

Anassagora ?n??ks?g?r?s, c. 500?428 AC, filosofo greco di Clazomenae. Egli è accreditato di aver trasferito la sede della filosofia ad Atene. Egli è stato strettamente associato con molti famosi ateniesi e si pensa che sia stato l’insegnante di Socrate. La sua convinzione che il sole fosse una pietra incandescente e che la luna fosse fatta di terra che rifletteva i raggi del sole provocò un’accusa di ateismo e blasfemia, costringendolo a fuggire a Lampsaco, dove morì. Rifiutando i quattro elementi di Empedocle (terra, aria, fuoco e acqua), Anassagora postula un’infinità di particelle, o semi, ognuno unico nelle sue qualità. Tutti gli oggetti naturali sono composti da particelle che hanno tutti i tipi di qualità; una preponderanza di particelle simili anche se non identiche crea la differenza tra legno e pietra. L’universo di Anassagora, prima della separazione, era una massa infinita e indifferenziata. La formazione del mondo era dovuta a un movimento rotatorio prodotto in questa massa da una mente onnipervadente (nous). Ciò ha portato alla separazione dei semi e alla formazione delle cose. Anche se Anassagora fu il primo a dare alla mente un posto nell’universo, fu criticato sia da Platone che da Aristotele per averlo concepito solo come una causa meccanica piuttosto che come il creatore dell’ordine.

Vedi D. E. Gershenson e D. A. Greenberg, Anaxagoras e la nascita della fisica (1964); M. Schofield, Un saggio su Anaxagoras (1980).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.