The playground

More information here

Alice Coachman: leggenda olimpica afroamericana

Alice Coachman Alice Coachman è stata la prima donna afroamericana selezionata per la squadra olimpica statunitense., Ha continuato a diventare la prima donna nera di qualsiasi nazionalità a vincere una medaglia d’oro alle Olimpiadi con la sua vittoria nel salto in alto ai Giochi Estivi del 1948 a Londra. Alice Coachman ha aperto la strada […]

Alice Coachman

Alice Coachman è stata la prima donna afroamericana selezionata per la squadra olimpica statunitense., Ha continuato a diventare la prima donna nera di qualsiasi nazionalità a vincere una medaglia d’oro alle Olimpiadi con la sua vittoria nel salto in alto ai Giochi Estivi del 1948 a Londra. Alice Coachman ha aperto la strada a centinaia di campionesse olimpiche nere.
Alice Coachman nacque nella Georgia rurale il 9 novembre 1923, vicino alla città di Albany. Nato nel quinto di dieci figli, la famiglia di Alice era povera, e anche da giovane, cocchiere ha dovuto lavorare a raccogliere cotone e altre colture per aiutare la sua famiglia si incontrano finanziariamente. Correre e saltare era considerato unladylike e per evitare una frustata, Alice ha cercato di assicurarsi che suo padre non la vedeva fare neanche. Non avendo le scarpe, Alice Coachman correva a piedi nudi sulle strade sterrate vicino a casa sua, praticando salti su una traversa fatta di stracci legati insieme. Coachman ha ricevuto incoraggiamento dalla sua insegnante di quinta elementare, Cora Bailey, alla Monroe Street Elementary School e da sua zia, Carrie Spry, che ha difeso l’interesse di sua nipote per lo sport di fronte alle riserve dei genitori. Nel 1938, quando Coachman si iscrisse alla Madison High School, si unì immediatamente alla squadra di atletica. Il coach dei Madison boys, Harry E. Lash, riconobbe e nutrì il suo talento.

All’inizio, con riluttanza, i suoi genitori cedettero e le permisero di competere nel Tuskegee Institute relay negli anni ‘ 30, dove infranse prima il liceo e poi i record collegiali quando aveva 16 anni. Nel sud rurale durante il periodo in cui le leggi di Jim Crow regnavano ancora, Alice Coachman non era garantita un’opportunità per un’istruzione, ma fortunatamente ricevette una borsa di studio alla prestigiosa Tuskegee Preparatory School. Durante la sua carriera universitaria a Tuskegee, ha vinto i campionati nazionali nei 50 metri piani, nei 100 metri piani, nei 400 metri piani e nel salto in alto. Ha anche giocato nella squadra di basket femminile Tuskegee, che ha vinto tre campionati. Era l’unica afroamericana in ciascuna delle cinque squadre all-american a cui è stata nominata.

Nel 1943, Coachman vinse gli AAU nationals nel salto in alto e nella corsa da 50 yard. Purtroppo sia i Giochi Olimpici del 1940 che quelli del 1944 furono annullati a causa della seconda guerra mondiale, negando ad Alice Coachman la possibilità di realizzare il suo più grande sogno.
Alice Coachman ha ricevuto una laurea in sartoria nel 1946 dalla Tuskegee Preparatory School e ha continuato a iscriversi alla Albany State University. Ancora voglia di andare alle Olimpiadi, Alice ha lavorato instancabilmente e, infine, qualificato per le Olimpiadi del 1948, all’età di ventiquattro anni, con un salto di 5 piedi 4 pollici, rompendo il precedente record di 5 piedi 3-1/4 pollici impostato nel 1932.
Durante le Olimpiadi del 1948 a Londra Alice Coachman ha battuto il record e saltato 5 piedi, 6-1/4 pollici al suo primo tentativo, guadagnando la medaglia d’oro per gli Stati Uniti. Alice Coachman divenne la prima donna di colore al mondo e la prima donna afro-americana a vincere una medaglia d’oro nell’atletica leggera nella storia delle Olimpiadi moderne. Inoltre, è stata l’unica donna americana a vincere una medaglia d’oro ai giochi del 1948. La sua combinazione Medaglia d’oro olimpica e 10 campionati statunitensi consecutivi non sono mai stati duplicati.
Dopo la sua storica vittoria, Alice Coachman si ritirò dalle competizioni. È diventata la prima donna afro-americana a beneficiare di approvazioni. Quando Coachman tornò negli Stati Uniti, fu trattata come una famiglia reale. Oltre a incontrare molte persone famose che hanno anche dato feste per lei, le è stata data una parata in suo onore, dato un giro di vittoria da Atlanta a Macon, e dato un banchetto dalla sua sorority, Delta Sigma Theta. Dopo il suo ritiro, Alice Coachman ha insegnato educazione fisica, allenato, ed è stato coinvolto nel Job Corps in Albany Georgia. Ha anche insegnato al South Carolina State College, Albany State College e Tuskegee High School.
Alice Coachman sposò N. F. Davis, che in seguito divorziò. Più tardi Coachman sposò Frank Davis. Hanno avuto due figli, Richmond ed Evelyn, che entrambi hanno seguito le orme della madre in atletica.

Alice Coachman è stata onorata con prestigiose appartenenze in otto hall of fame, tra cui la National Track and Field Hall of Fame, la Georgia Sports Hall of Fame e la Albany Sports Hall of Fame.
Nel 1994, ha fondato la Alice Coachman Track and Field Foundation, e l’organizzazione sostenuta da atleti olimpici, sia aspiranti che in pensione. La pista Alice Coachman & Field Foundation ( ACTFF ), un’organizzazione non-profit deducibile dalle tasse, è stata fondata in onore dell’atleta di livello mondiale che ha fatto la storia dell’America, Alice Coachman, che è passata dall’oscurità per diventare un campione olimpico. L’ACTFF vuole continuare ad aiutare gli atleti a diventare vincitori. Alla luce delle recenti riduzioni delle risorse governative, dei tagli all’istruzione e delle limitate opportunità di borse di studio sportive, questa assistenza può essere cruciale per gli aspiranti atleti dilettanti. È morta il 14 luglio 2014 ad Albany in Georgia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.