The playground

More information here

Alex VillanuevaSheriff della Contea di Los Angeles

Home | Tutti i Almanacco Argomenti | Crimine & Giustizia lo Sceriffo Alex Villanueva. Foto dal dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles. Nel 2018, il tenente dello sceriffo in pensione Alex Villanueva ha sconfitto lo sceriffo in carica, Jim McDonnell, con il 53% dei voti per diventare sceriffo della contea di Los Angeles. […]

Home | Tutti i Almanacco Argomenti | Crimine & Giustizia
Alex Villanueva, Los Angeles County Sheriff

lo Sceriffo Alex Villanueva. Foto dal dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles.

Nel 2018, il tenente dello sceriffo in pensione Alex Villanueva ha sconfitto lo sceriffo in carica, Jim McDonnell, con il 53% dei voti per diventare sceriffo della contea di Los Angeles.

Alex Villanueva è nata nel 1963 a Chicago da madre polacca e padre portoricano. Quando è cresciuto, ha anche vissuto a New York City e Porto Rico. Si arruolò nella U. S. Air Force nel 1983, durante il quale arrivò nel sud della California quando era di stanza alla Norton Air Force Base di San Bernardino. Dopo aver completato il suo arruolamento Air Force, Villanueva è stato commissionato come ufficiale nella California Army National Guard. Nel 1986, ha prestato giuramento come vice sceriffo della contea di Los Angeles, lanciando una carriera che lo ha portato a pattugliare la stazione di East Los Angeles, istruire le esercitazioni presso l’Accademia dello sceriffo, supervisionare la prigione femminile di Lynwood e servire come comandante di guardia alla stazione di Pico Rivera. E ” stato a East Los Angeles Station dove ha incontrato sua moglie, Vivian, che ha anche continuato a servire come vice sceriffo. Villanueva si è ritirato dal dipartimento nel 2018 con il grado di tenente.

Alex Villanueva Commissionato nella Guardia Nazionale della California

Un giovane Alex Villanueva commissionato nella Guardia Nazionale della California. Foto per gentile concessione di Alex Villanueva per la campagna dello sceriffo della contea di Los Angeles.

Villanueva ha conseguito un Bachelor of Science in Studi liberali presso il Regents College dell’Università dello Stato di New York, un Master in Pubblica amministrazione presso la California State University, Northridge, e un dottore in Pubblica Amministrazione presso l’Università di La Verne.

Villanueva racconta che parlare contro le azioni sbagliate all’interno del dipartimento sotto lo sceriffo Lee Baca e l’Undersheriff Paul Tanaka (entrambi in seguito condannati per cospirazione, ostruzione della giustizia e false dichiarazioni) ha portato a ritorsioni di carriera contro se stesso e sua moglie. Ha affermato di essere stato negato l’opportunità di avanzare oltre il grado di tenente.

Per quanto riguarda l’esperienza governativa / politica di Villanueva al di fuori del dipartimento militare e dello sceriffo, è stato nominato nel 2015 nella commissione urbanistica per La Habra Heights e, nello stesso anno, si è candidato senza successo per un seggio nel Consiglio comunale di La Habra Heights.

L’elezione 2018 di Villanueva a sceriffo ha innescato tre eventi storici nella contea di Los Angeles:

1) È il primo sceriffo di lingua spagnola nella contea di Los Angeles dal 1890 quando Martin G. Aguirre ha servito un solo mandato di due anni come sceriffo dal 1889 al 1890.

Martin G. Aguirre, Sceriffo, 1889-1890

Martin G. Aguirre, sceriffo, 1889-1890. Foto (1898) dalla Capitale, Volume VII. No. 9, Los Angeles, Cal., Febbraio. 26, 1898.

2) Fu il primo candidato sceriffo nella contea di Los Angeles a sconfiggere uno sceriffo in carica dal 1914 quando John C. Cline sconfisse lo sceriffo in carica William A. Hammel. Gli sceriffi in carica nella contea di Los Angeles non sono stati sconfitti in un’elezione fino ad ora.

John C. Cline, Sceriffo, 1893-1894, 1915-1921

John C. Cline, Sceriffo, 1893-1894, 1915-1921. Foto (circa 1920), da Los Angeles Dalle montagne al mare, 1921, di John C. McGroarty, Vol. II, p. 38, via Internet Archive

3) È il primo sceriffo della contea di Los Angeles senza precedenti esperienza di comando delle forze dell’ordine dal 1921 quando William I. Traeger divenne sceriffo. Quando Traeger fu nominato sceriffo quell’anno dal Consiglio dei Supervisori (sostituendo, incidentalmente, John C. Cline), aveva servito come ufficiale dell’esercito, allenatore di college football, vice sceriffo, vice U. S. Maresciallo e vice cancelliere della Corte Suprema della California, ma mai in alcun ruolo di alto livello delle forze dell’ordine. Da Traeger, i nuovi sceriffi nella contea di Los Angeles erano stati precedentemente un undersheriff (Eugene Biscailuz, Peter Pitchess, Sherman Block), un vice capo (Lee Baca) o un capo della polizia di grandi città (Jim McDonnell). Da parte sua, Villanueva si ritirò dal dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles al grado di tenente, comandando non più di, forse, 40 deputati.

William I. Traeger, Sceriffo, 1921-1932

Guglielmo I. Traeger, Sceriffo, 1921-1932. Foto (1922) via Wikimedia Commons

La vittoria storica di Villanueva sarà probabilmente analizzata per gli anni a venire e alcuni dicono che rifletteva come gli elettori si sentivano sugli sforzi di McDonnell per ripulire il Dipartimento dello sceriffo afflitto dallo scandalo. Questo potrebbe essere stato un fattore, ma la forte campagna di base di Villanueva (in particolare nelle comunità latine) ha portato anche a un gran numero di elettori dell’ultimo minuto di sostegno. McDonnell ha raccolto otto volte più soldi per la campagna e una lista di approvazioni da parte dell’establishment politico e mediatico della contea. Villanueva, d “altro canto, ha attirato da contraccolpo contro i repubblicani in California e spostando opinioni di ciò che è efficace “legge e l” ordine.”Ha fatto lo sforzo di raggiungere e connettersi con l’enorme ma spesso trascurata comunità latina della contea di Los Angeles. Ha ricevuto un forte sostegno dalla potente Associazione dei Vice Sceriffi di Los Angeles (ALADS), l’unione che rappresenta i deputati di rango, che ha speso in modo indipendente $1,3 milioni di dollari per i bollettini a sostegno di Villanueva. Sfortunatamente, il successo di Villanueva è quasi immediatamente colorato da un’accusa di contributi alla campagna “donatore di paglia” (uno sforzo illegale per aggirare i limiti sui contributi politici personali) orchestrato da un sostenitore di Villanueva (l’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Los Angeles sta esaminando l’accusa). Per essere onesti, l’accusa è contro un sostenitore, non la campagna Villanueva stessa. Tuttavia, Villanueva ha rifiutato di restituire le donazioni discutibili, gettando un’ombra preoccupante sulla sua intuizione politica, anche prima di assumere l’incarico.

Villanueva assunse l’incarico senza alcuna esperienza di comando di alto livello, come fece il suo predecessore, lo sceriffo Traeger. Tuttavia, a differenza di Traeger, che inizialmente supervisionò forse 100 dipendenti quando divenne sceriffo, Villanueva affrontò una curva di apprendimento ripida per comandare efficacemente 20.000 dipendenti del dipartimento e del sistema carcerario dello sceriffo più grande e più impegnativo negli Stati Uniti. Subito dopo essere diventato sceriffo, Villanueva sollevò e sostituì la maggior parte dei comandanti superiori del Dipartimento dello sceriffo, ordinando agli ufficiali di rango di rimuovere umiliatamente le loro insegne di grado dalle loro uniformi fino a quando non rivide e approvò il loro status. Per quanto drammatica fosse una transizione, ciò che più preoccupava era la sua intenzione dichiarata di licenziare i due consiglieri di polizia costituzionale del dipartimento. Il loro scopo era quello di servire come consulenti non di applicazione della legge per lo sceriffo a trattare eticamente e legalmente con i deputati che si comportano male. L’unione dei deputati, che ha gettato il loro peso dietro la campagna di Vilanueva, voleva che quei consiglieri sparissero. Tale mossa, tuttavia, ha scatenato campanelli d’allarme tra coloro che combattono gli abusi e la mancanza di responsabilità nel dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles.

Sfortunatamente, Villanueva, come molti dei suoi predecessori, si è immerso nelle polemiche. Ha riassegnato i deputati precedentemente licenziati per cattiva condotta e ha preso misure per considerare il reintegro per altre centinaia. Ha resistito ai tentativi di rendere il Dipartimento dello sceriffo più responsabile e trasparente, incluso il rifiuto di riconoscere la misura R approvata dagli elettori che ha concesso all’autorità della Commissione di sorveglianza civile dello sceriffo di emettere citazioni. Egli si è rifiutato di riconoscere le subpeonas della commissione. Ha ridotto un numero allarmante di indagini cattiva condotta dei suoi deputati. La risposta del suo dipartimento all’incendio di Woolsey in 2018 è stata giudicata mal eseguita, secondo un rapporto sulla contea dopo l’azione (portando di conseguenza alla sua rimozione da parte del Consiglio di sorveglianza della contea, allo scoppio dell’epidemia di COVID-19, come capo delle operazioni di emergenza della contea). Egli è accusato di aver cercato di coprire-up uno scandalo che coinvolge deputati che impropriamente ha preso e diffuso le fotografie del sito incidente elicottero Kobe Bryant. Anche alcuni dei suoi sostenitori della campagna, come il Partito Democratico della Valle di San Fernando, hanno rimproverato pubblicamente lo sceriffo. La rivista di Los Angeles è andata così lontano per riferirsi a Villanueva come ” il Donald Trump delle forze dell’ordine di Los Angeles.”

Vedi anche: Los Angeles County Sheriffs – Past to Present
e Sceriffi della Contea di Los Angeles di origine ispanica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.