The playground

More information here

Aldi conferma fino al 100% di carne di cavallo nei prodotti a base di carne di manzo

Il segretario all’ambiente incontrerà sabato l’Agenzia per gli standard alimentari, i fornitori di alimenti e i rivenditori per discutere dello scandalo della carne di cavallo dopo che Aldi è diventato l’ultimo supermercato a confermare i suoi prodotti Owen Paterson ha detto che era inaccettabile che i consumatori erano prodotti mis-venduti, ma che i problemi origine […]

Il segretario all’ambiente incontrerà sabato l’Agenzia per gli standard alimentari, i fornitori di alimenti e i rivenditori per discutere dello scandalo della carne di cavallo dopo che Aldi è diventato l’ultimo supermercato a confermare i suoi prodotti

Owen Paterson ha detto che era inaccettabile che i consumatori erano prodotti mis-venduti, ma che i problemi origine all’estero, riporta Il Guardian.

“Crediamo che i due casi particolari degli hamburger surgelati di Tesco e delle lasagne di Findus siano collegati a fornitori rispettivamente in Irlanda e Francia. Noi e l’Agenzia per gli standard alimentari stiamo lavorando a stretto contatto con le autorità di questi paesi, così come con Europol, per arrivare alla radice del problema”, ha affermato.

Paterson ha detto di credere che il cibo fosse sicuro, ma ha esortato i consumatori a restituire i prodotti ai rivenditori. “Le autorità francesi stanno dicendo che stanno vedendo la questione come un caso di frode piuttosto che la sicurezza alimentare. Chiunque abbia questi prodotti nel congelatore dovrebbe restituirli ai rivenditori come precauzione.”.

Findus ha negato i rapporti che la società prima sapeva che c’era carne di cavallo nei suoi prodotti l’anno scorso.

“Findus vuole essere assolutamente esplicito che non erano a conoscenza di alcun problema di contaminazione con carne di cavallo l’anno scorso”, ha detto in una dichiarazione. “Sono stati informati di una possibile data di agosto 2012 solo attraverso una lettera datata 2 febbraio 2013 del fornitore Comigel. A quel punto Findus stava già conducendo una revisione completa della tracciabilità della supply chain e aveva avviato proattivamente il test del DNA.”

La polizia metropolitana ha detto in una dichiarazione che non stava conducendo un’indagine penale. “Anche se abbiamo incontrato la FSA non abbiamo avviato un’indagine e non lo faremo a meno che non diventi chiaro che c’è stata alcuna criminalità sotto la giurisdizione del Metropolitan police service.”

Aldi ha detto di sentirsi” arrabbiato e deluso ” dal suo fornitore francese Comigel dopo i test sulle lasagne di manzo surgelate speciali di oggi e gli spaghetti surgelati speciali di oggi hanno scoperto che contenevano tra il 30% e il 100% di carne di cavallo.

Comigel, che ha anche prodotto le lasagne di manzo Findus contaminate, ha incolpato i suoi fornitori. Erick Lehagre ha detto che credeva che la sua azienda stava comprando manzo francese da una società chiamata Spanghero, ma da allora gli aveva detto che era venuto dalla Romania.

Un portavoce di Aldi ha detto che i test casuali avevano dimostrato che i prodotti che avevano ritirato contenevano tra il 30% e il 100% di carne di cavallo.

“Questo è completamente inaccettabile e come altre aziende colpite, ci sentiamo arrabbiati e delusi dal nostro fornitore. Se l’etichetta dice carne bovina, i nostri clienti si aspettano che sia carne bovina. I fornitori sono assolutamente chiari che sono tenuti a soddisfare le nostre specifiche rigorose e che non tolleriamo alcun fallimento”, ha affermato.

La società ha aggiunto che avrebbe testato i pasti per il farmaco veterinario fenilbutazone, spesso indicato come bute, ma ha detto che era fiducioso che i pasti fossero sicuri.

Ospedali e autorità educative stavano anche controllando il cibo che forniscono tracce di carne di cavallo. Una portavoce della Local Authority Caterers Association ha dichiarato: “Siamo sicuri che questo non sta interessando l’area di ristorazione scolastica.”

Ha detto che c’erano linee guida rigorose sulla sicurezza alimentare e sulla fornitura di cene nelle scuole, compresa la trasparenza e la tracciabilità della provenienza degli ingredienti, e questo è stato scritto nei contratti.

Alle imprese alimentari è stato detto di inviare i risultati dei test su tutti i loro prodotti alla FSA entro venerdì, ma Paterson dovrebbe dire ai parlamentari in una dichiarazione lunedì che alcuni fornitori si sono lamentati con i funzionari dipartimentali che sono venuti sotto pressione dai fornitori dei supermercati per tagliare gli angoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.