The playground

More information here

Agretti: un raccolto insolito e sottovalutato

Scuse per il silenzio di fine maggio, ma è il primo dei mesi davvero folli-tanto da seminare e tante erbacce emergenti da tenere sotto controllo. Perché sulla terra ho un riparto in cima al lavoro di giorno è un mistero così come la vacanza di un busman. Tuttavia, non posso fare a meno di sentirmi […]

Scuse per il silenzio di fine maggio, ma è il primo dei mesi davvero folli-tanto da seminare e tante erbacce emergenti da tenere sotto controllo. Perché sulla terra ho un riparto in cima al lavoro di giorno è un mistero così come la vacanza di un busman. Tuttavia, non posso fare a meno di sentirmi positivo in questo periodo dell’anno. Le foglie di patata stanno frugando, le prime lattughe sono pronte da mangiare e ho piantato il polytunnel con sessanta varietà di pomodoro (ci è voluto un giorno intero). E ‘ anche Spargelzeit! L’asparago è così amato in Germania che la stagione ha una sua parola, che significa solo “tempo di asparagi”, ma sembra buono ed è bello da dire.

Amo la promessa della primavera. Tutto è fresco e quasi schiacciante verde. Il pensiero che quest’anno potrebbe essere la migliore estate di sempre si intrufola sempre, improbabile però che sia, e ancora una volta mi ritroverò a fare cose eccessivamente ottimistiche come piantare peperoni all’aperto o seminare fagioli hyancinth per ogni evenienza.

Questa settimana sono particolarmente entusiasta dell’agretti. Il nome di solito attira sguardi vuoti perché la pianta non è originaria del Regno Unito e di conseguenza non fa parte della nostra tradizione culinaria. Speriamo che inizierà a cambiare. Gli italiani lo conoscono e lo amano e oltre agli agretti, lo chiamano barba di frate e roscano. Il latino è Salsola soda, che riflette la sua importanza storica come fonte, una volta bruciata in cenere, di carbonato di sodio, che viene utilizzato nella produzione di vetro e sapone. Il suo nome inglese profondamente poco eccitante è Saltwort.

Agretti può essere trovato che cresce sulle spiagge sabbiose intorno al bacino del Mediterraneo. È così tollerante al sale che potresti irrigarlo con acqua di mare se lo volessi davvero. Sarebbe una buona pianta per i giardini costieri, anche se sembra abbastanza felice miglia nell’entroterra troppo, su terreni abbastanza leggeri almeno. È legato agli spinaci e alla barbabietola, anche se non è immediatamente ovvio, dal momento che le foglie sono a forma di ago e succulente nella consistenza. Le foglie giovani portano un bel crunch a un’insalata e hanno un delicato sapore salato e mineralmente. Cotto, il gusto è abbastanza simile agli spinaci. Per quanto ne so, è più comunemente cotto a vapore o saltato e poi condito con limone e olio, di solito come accompagnamento al pesce. La forma insolita delle foglie lo rende accattivante sul piatto. Ho trovato che si attorciglia in modo attraente con gli spaghetti. Sarò molto interessato a vedere cosa ne fanno Quindici quest’estate.

L’unico inconveniente di agretti in crescita è la vitalità notevolmente breve del seme, che è ridondante dopo solo pochi mesi. Uno dei motivi della mia attuale eccitazione è l’alto tasso di germinazione quest’anno, soprattutto rispetto allo scorso anno, quando non è apparsa una singola piantina. Ho seminato sempre all’interno nei moduli durante marzo ed aprile per la semina fuori circa ora ma ho fatto la mia prima semina diretta mai all’aperto la settimana scorsa, con l’obiettivo di estendere la stagione. Per i rivenditori di semi, prova Seeds of Italy o CN Seeds. Quest’ultimo anche stock Okahijiki (Salsola komarovii), che è molto simile. Il nome significa ‘alghe terrestri’ in giapponese, a quanto pare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.