The playground

More information here

Adolph Zukor: Pioniere dell’industria dell’intrattenimento

Adolph Zukor non era il tipico magnate del cinema. Infatti, era imperturbabile, deliberato, mite, prevedibile, e quasi auto-effacing. Nella lunga lista di persone che hanno fatto cose notevoli per tutta la vita—anche negli anni avanzati—Zukor si distingue come uno che lo ha fatto più a lungo della maggior parte, entrando regolarmente nel suo ufficio fino […]

Adolph Zukor non era il tipico magnate del cinema. Infatti, era imperturbabile, deliberato, mite, prevedibile, e quasi auto-effacing. Nella lunga lista di persone che hanno fatto cose notevoli per tutta la vita—anche negli anni avanzati—Zukor si distingue come uno che lo ha fatto più a lungo della maggior parte, entrando regolarmente nel suo ufficio fino a poche settimane prima della sua morte all’impressionante età di 103.

Magnate fondatore di Hollywood

Nato nel 1873 e rimasto orfano all’età di 7 anni, come migliaia di altri europei, Zukor lasciò la sua terra natale per il Nuovo Mondo, e arrivò a New York all’età di 16 anni. Zukor ha superato un momento difficile da giovane per iniziare prima un business di pellicce in America, aprire un penny arcade, e alla fine diventare un pioniere nel settore cinematografico nei primi anni del 20 ° secolo.

Come fondatore della Paramount Pictures, e il vero magnate fondatore di Hollywood, ha “creato il modello per gli studi cinematografici integrati che hanno definito la prima Hollywood e che ancora formano il progetto per il modo in cui funziona l’industria cinematografica.”Come chiunque faccia qualcosa di nuovo e diverso dalla norma, ha avuto la sua parte di oppositori. Zukor, tuttavia, rimase fedele alla sua visione e, come esempio positivo di perseveranza e visione, formò un progetto che controlla ancora oltre l ‘ 85% del mercato cinematografico nordamericano. I suoi grandi contributi all’industria cinematografica gli valsero un Oscar nel 1948.

Eredità eccezionale

Zukor era conosciuto come un uomo formale che aveva severi standard morali e non tollerava la disonestà o la pigrizia. Quando gran parte di Hollywood operava con scrupoli discutibili e standard meno che onorevoli, Zukor si impegnava ad essere un uomo onorevole da cui le persone potevano aspettarsi un trattamento equo e integrità. Mentre correva quello che si sarebbe rivelato essere uno dei lasciti culturali più duraturi d’America, Zukor rimase non solo un pioniere del business e dell’intrattenimento, ma anche una persona veramente buona e affidabile.

Nel 1976, l’ex immigrato, mercante di pellicce, investitore arcade e magnate del cinema morì all’età di 103 anni. Quello che ha lasciato alle spalle è stata una vita di lotta precoce, poi il successo e l’ispirazione.

Se desideri trovare la tua ispirazione o avere domande sulla cura del servizio senior, ti preghiamo di contattarci e saremo felici di aiutarti.

Ruby Cemental Blog Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.